Horizon 2020

 

Horizon 2020 un’opportunità da non perdere per le PMI.

Il Programma di Ricerca e Innovazione dell’UE, Horizon 2020, prevede uno strumento completamente dedicato alle PMI europee. Lo strumento, dotato di un fondo di circa 3 Mdi di € per il periodo 2014-2020, ha lo scopo di sostenete lo sviluppo di business innovativi nell’ambito di due delle linee tematiche in cui il programma stesso è articolato: “Sfide per la società” e “Leadership industriale”. Lo strumento è concepito per dare, alle PMI interessate, supporto lungo l’intero ciclo di sviluppo del business: dallo studio di fattibilità alla commercializzazione. Sono infatti previste fasi successive: un prima fase, facoltativa e della durata indicativa di 6 mesi, dedicata allo studio di fattibilità tecnica-commerciale con un contributo forfettario di 50000€; segue poi una seconda fase di sviluppo e dimostrazione con un contributo compreso tra 0,5 e 2,5 mlni di € e della durata di 1-2 anni. Nel corso di queste due fasi le PMI interessate possono richiedere un supporto gratuito di “coaching”. Per la terza fase, quella di commercializzazione, non sono previsti contributi diretti ma modalità di accesso facilitato a finanziamenti di rischio. Le proposte possono essere presentate in qualunque momento, lungo il periodo di attuazione del Programma H2020, mentre la valutazione delle stesse viene effettuata con scadenze periodiche.

Per ulteriori informazioni consultare:

https://ec.europa.eu/programmes/horizon2020/en/h2020-section/sme-instrument

 

Un ruolo preminente delle PMI in Horizon 2020- Programma Galileo

Nel 2015, così come già nel 2014, in Horizon 2020 è prevista una call per proposte finalizzate allo sviluppo di applicazioni dei segnali EGNOSS e Galileo i cui consorzi proponenti devono essere guidati da PMI. Le proposte dovranno essere indirizzate a servizi innovativi basati sull’uso delle capacità operative fornite dal sistema EGNOS ( European Geostationary Navigation Overlay System) e dal sistema Europeo di Navigazione satellitare Galileo. E’ previsto un budget di 5-10 ml di € e il contributo per ciascuna proposta può variare tra 0,5 ed 1 ml di €. Il termine di presentazione delle proposte scade l’8 Aprile 2015.

Per ulteriori informazioni consultare: http://ec.europa.eu/research/participants/data/ref/h2020/wp/2014_2015/main/h2020-wp1415-leit-space_en.pdf

 

Copernicus

 

La Commissione Europea ha affidato all’ European Centre for Medium-range Weather Forecast (ECMWF) , con un accordo di delega valido fino al 2020, la gestione di due servizi Copernicus: l’ Atmosphere Monitoring Service e il Climate Change Service. La maggior parte degli elementi di questi servizi verranno acquisiti dall’ ECMWF attraverso bandi competitivi. L’accordo di delega prevede un budget di 291 Mni di € per il periodo 2014-2020.

 

La Commissione Europea ha affidato la gestione del “Marine Environment Monitoring Service di Copernicus, con un accordo di delega valido fino al 2020, a Mercator Ocèan, un’organizzazione no-profit. Il budget affidato per l’acquisizione, attraverso bandi competitivi, dei vari elementi di servizio è di 144 Mni di € per il periodo 2014-2020.

 

La gestione del Land Monitoring Service di Copernicus è stato affidato dalla Commissione Europea all ‘European Environment Agency (EEA) con un budget di 87 Mni di € per il periodo 2014-2020. L’accordo di delega prevede l’attuazione ed operatività delle due componenti del servizio “pan-European” e “local” . L’EEA avrà inoltre un ruolo chiave nel coordinamento della componente “in situ”.

 

GALILEO

L’European Global Satellite Navigation Agency (GSA) ha pubblicato un bando per la selezione del “Galileo Service Operator “.

Deadline per la richiesta degli allegati al Tender Information Package: 20 Febbraio 2015

Deadline per la presentazione della “Request to Partecipate”: 27 Febbraio 2015

Il Galileo Service Operator avrà l compito di gestire e mantenere il Sistema Galileo, sia il segmento spazio che la componente di terra, sotto contratto con la GSA, garantendo la rispondenza ai requisiti operativi dei Servizi Galileo. In particolare le responsabilità dell’Operatore comprenderanno: le operazioni, il monitoraggio del sistema, la gestione del servizio, il supporto logistico, la manutenzione, i servizi di supporto agli utenti, il supporto alle attività d’implementazione del sistema.

Riferimenti:

Galileo Service Operator (GSOp)

Reference:

GSA/CD/14/14

http://www.gsa.europa.eu/galileo-service-operator-gsop